Oggi è domenica 14 Luglio - 2024

Il Servizio sanitario compie 45 anni, Gimbe: “Principi ampiamente traditi”

martedì 19 Dicembre - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: News ed eventi

Il Servizio sanitario nazionale (Ssn) il 23 dicembre compie 45 anni, ma sarà una festa di compleanno ‘amara’, tra sotto-finanziamento, carenza di personale, diseguaglianze, ma anche sprechi e inefficienze, con il privato che avanza. E con la mannaia dell’autonomia differenziata che prende sul festeggiato’“.

Lo sottolinea il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, che lancia la rete civica #salviamoSSN e chiede al presidente della Repubblica Sergio Mattarella un logo per il Ssn.

“Purtroppo l’universalità, l’uguaglianza, l’equità, ossia i suoi princìpi fondanti, sono ormai ampiamente traditi. Perché la vita quotidiana delle persone, in particolare quelle meno abbienti, è sempre più condizionata dalla mancata esigibilità di un diritto fondamentale, quello alla tutela della salute: interminabili tempi di attesa per una prestazione sanitaria o una visita specialistica, necessità di ricorrere alla spesa privata sino all’impoverimento delle famiglie e alla rinuncia alle cure, pronto soccorso affollatissimi, impossibilità di trovare un medico o un pediatra di famiglia vicino casa, enormi diseguaglianze regionali e locali sino alla migrazione sanitaria“.

In occasione della ricorrenza, per evitare di trovarsi a “21 sistemi sanitari regionali basati sulle regole del libero mercato“, la Fondazione si impegna in due iniziative per rilanciarlo. La prima è la rete civica #SalviamoSSN con sezioni regionali. Sarà popolata di ambassador, impegnati nel promuovere attivamente la campagna a livello locale, e da cittadini che aderiranno alla causa. Anche le organizzazioni pubbliche e private potranno sostenere attivamente la campagna. La seconda misura, chiesta a Mattarella, è “di istituire un logo ufficiale per il Ssn. L’obiettivo è legittimare con un simbolo l’esistenza del Servizio sanitario nazionale quale pilastro univoco di civiltà e democrazia, confermando a tutte le persone che la tutela della salute rimane un diritto costituzionale garantito dalla Repubblica”.

C’è da chiedersi quanto queste iniziative possano avere un riscontro positivo, in una politica che sempre di più spinge alla privatizzazione del Servizio sanitario.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 10 Luglio – 2024

Assistenza territoriale, Croce: “Telemedicina fondamentale tanto quanto la presenza fisica del medico” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 10 Luglio – 2024

Patologie della tiroide, Casile: “L’ecografia deve eseguirla l’endocrinologo” CLICCA PER IL VIDEO

lunedì 8 Luglio – 2024

Pronto soccorso nelle cliniche private mentre il pubblico collassa tra medici tappabuchi e ricoveri fantasma CLICCA PER IL VIDEO

domenica 30 Giugno – 2024

Salute riproduttiva: Palermo sarà protagonista a livello nazionale, accordo col Ministero