Oggi è martedì 21 Maggio - 2024

Dieta Mediterranea: si conclude a Messina il viaggio tra i grani antichi siciliani CLICCA PER IL VIDEO

Sì è concluso a Messina, con grande successo, il progetto “Grano siciliano e salute” ideato dall’Ordine dei medici di Palermo.

Il seminario ha unito operatori sanitari, professionisti nel settore della ristorazione, cittadini, studiosi e appassionati della Sicilia in quattro incontri dove esperti di vari settori hanno informato e si sono confrontati sull’importanza della Dieta Mediterranea, partendo da Palermo, per poi raggiungere Augusta, Catania e Messina.

Gli esperti hanno evidenziato, in particolar modo, l’importanza del grano siciliano per la tutela del nostro organismo, ma anche per la difesa dei valori identitari del territorio.

Inoltre, i partecipanti hanno potuto partecipare al corso di panificazione guidato dal Bakery chef Mattia Vescera. Il corso ha fornito conoscenze base sulla creazione del lievito madre, tecniche di base per la produzione di un impasto per pane e per pizza utilizzando farine biologiche ottenute da grani antichi siciliani.

A MESSINA

Durante l’incontro gli esperti hanno evidenziato che chi consuma grani meno trasformati, come quelli siciliani che hanno anche meno micotossine rispetto agli altri, è più protetto dai fattori di rischio cardiovascolare e metabolico.

Inoltre, i grani siciliani sono un prodotto d’eccellenza assoluta del nostro territorio, anche perché, se coltivati geograficamente in posti diversi, mantengono sempre qualità elevate. Ecco perché i grani siciliani sono un patrimonio genetico che c’è stato assegnato da proteggere e da valorizzare, ci permette di tutelare il nostro organismo.

 

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 15 Maggio – 2024

Crediti bonus per chi si forma sui vaccini: la delibera della Commissione Ecm

martedì 7 Maggio – 2024

Asp Ragusa assume: al via concorso per la selezione di 85 dirigenti medici a tempo indeterminato

martedì 30 Aprile – 2024

Pmrr Missione Salute, Gimbe: “Rispettate scadenze Ue del 1° trimestre 2024, ma Sicilia fanalino di coda”

mercoledì 24 Aprile – 2024

Colpa medica e depenalizzazione, qualcosa si muove. Amato: “Maggiore prudenza nel denunciare” CLICCA PER IL VIDEO