Oggi è domenica 14 Luglio - 2024

Mancano posti letto nelle terapie intensive pediatriche: al Sud – 42,3% 

lunedì 6 Novembre - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: News ed eventi

E’ stata redatta una mappa che svela l’attuale carenza di posti letto pediatrici pari al 44,4%.

Il documento, pubblicato sulla rivista The Lancet, è stato stilato da un gruppo di esperti che operano nei principali centri pediatrici italiani. A firmarlo sono stati Carmelo Minardi Giorgio Conti, Andrea Moscatelli, Simonetta Tesoro e Leonardo Bussolin.

Gli standard UE

Gli standard europei suggeriscono che vi sia un letto ogni 20.000-30.000 bambini. Il rapporto tra i letti e il numero di persone di età pari o inferiore a 18 anni nei paesi europei varia ampiamente (0,5-11,7 letti per 100 000 bambini di età compresa tra 1 e 18 anni).

I dati italiani

In Italia il numero di letti è solo di 273 per 9 milioni e 788.622 pazienti di età compresa tra 1 e 18 anni; questo numero dà un rapporto di un letto ogni 35.856 pazienti, che è lontano dallo standard raccomandato.

Nel dettaglio 16 regioni in Italia hanno meno del 25% dei posti letto raccomandati dagli standard europei. La carenza di posti letto nelle macroaree italiane è del 67,3% al Sud, del 42,3% al Nord e del 2,2 % al centro così suddivisi:

15 posti letto in Piemonte, 22 in Liguria, 46 in Lombardia, 15 in Emilia Romagna, 24 in Veneto, 6 in Friuli Venezia Giulia, 22 in Toscana, 10 nelle Marche, 58 nel Lazio, 21 in Campania, 4 Puglia, 6 in Calabria, 24 in Sicilia.

.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 10 Luglio – 2024

Assistenza territoriale, Croce: “Telemedicina fondamentale tanto quanto la presenza fisica del medico” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 10 Luglio – 2024

Patologie della tiroide, Casile: “L’ecografia deve eseguirla l’endocrinologo” CLICCA PER IL VIDEO

lunedì 8 Luglio – 2024

Pronto soccorso nelle cliniche private mentre il pubblico collassa tra medici tappabuchi e ricoveri fantasma CLICCA PER IL VIDEO

domenica 30 Giugno – 2024

Salute riproduttiva: Palermo sarà protagonista a livello nazionale, accordo col Ministero