Oggi è giovedì 22 Febbraio - 2024

Il palermitano Francesco Cappello confermato Presidente Nazionale della SIBS

lunedì 9 Gennaio - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: News ed eventi
Francesco Cappello, Professore ordinario di Istologia e docente di Anatomia umana presso l’Università di Palermo, è stato confermato Presidente della Società Italiana di Biologia Sperimentale (SIBS) per il triennio 2023-2025.
La SIBS è una delle più antiche e prestigiose società scientifiche italiane in ambito biomedico e nel 2025 si celebrerà il centenario dalla fondazione avvenuta a Pavia, nel 1925, ad opera di scienziati del calibro di Giulio Fano, Giuseppe Levi, Filippo Bottazzi, Camillo Artom, Maurizio Ascoli, Luigi Califano, Luigi Condorelli, Liborio Giuffré, Camillo Golgi, Ludovico La Grutta, Saverio Latteri, Emerico Luna, Ettore Marchiafava, Oliviero Olivo, Gaetano Quagliariello e altri ancora.
Coi suoi oltre 350 soci attivi, provenienti da università e centri di ricerca pubblici e privati di tutto il territorio nazionale, la SIBS – che fa parte della Federazione Italiana Scienze della Vita – terrà il suo 95° Congresso annuale il prossimo mese di aprile a Trieste, presso l’Area Science Park, evento che si preannuncia di altissimo livello scientifico.
Cappello, che nella classifica dei ricercatori migliori del mondo – recentemente pubblicata – figura nel top 0,3% della graduatoria, era stato eletto per il suo primo mandato triennale durante i lavori del Congresso di Sassari, nel 2019 e nel suo primo triennio di attività ha avviato un processo di rinnovamento della società puntando soprattutto sui giovani ricercatori.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”