Oggi è giovedì 22 Febbraio - 2024

Palermo, protocollo d’intesa fra Tribunale, medici e avvocati: “Garantisce qualità scientifica e giustizia” CLICCA PER IL VIDEO

martedì 28 Marzo - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: News ed eventi, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Palermo, Video

E’ stato firmato a Palermo un importante protocollo d’intesa tra il Tribunale, l’Ordine dei Medici e l‘Ordine degli Avvocati della provincia.

L’obiettivo è l’armonizzazione dei criteri e delle procedure di formazione e di aggiornamento degli albi dei consulenti tecnici e dei periti tenuti ai sensi delle disposizioni di attuazione dei codici di procedura civile.

A parlarcene il dott. Antonio Balsamo, Presidente del Tribunale di Palermo, il dott. Toti Amato, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Palermo e consigliere nazionale della Fnomceo, l’avv. Dario Greco, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo.

I firmatari hanno evidenziato l’esigenza di assicurare l’adozione di parametri qualitativamente elevati per la revisione e la tenuta degli albi, affinché, in tutti i procedimenti civili e penali che richiedono il supporto conoscitivo delle discipline mediche e sanitarie, le figure del perito e del consulente tecnico siano in grado di garantire all’autorità giudiziaria un contributo professionalmente qualificato e adeguato alla complessità che connota con sempre maggiore frequenza la materia.

Inoltre, in questo modo, verrà anche garantita la piena trasparenza e una velocizzazione delle procedure di scelta dei periti tramite la messa online dei dati.

CLICCA QUI PER IL PROTOCOLLO D’INTESA

 

 

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”