Oggi è giovedì 18 Aprile - 2024

Pnrr in Telemedicina, Urania Papatheu: “I medici di famiglia ambasciatori del processo di digitalizzazione” CLICCA E GUARDA IL VIDEO

mercoledì 25 Maggio - 2022 | di Paola Chirico | Categorie: Telemedicina, Video

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Tanti dubbi operativi da chiarire sulle risorse del Pnrr. È necessaria un’accelerazione alla medicina del territorio anche attraverso l’uso della Telemedicina, che ha dimostrato, al di là della pandemia, di essere indispensabile non solo per seguire le fragilità più gravi e le cronicità, ma per governare anche le infinite liste d’attesa.

Gli isolani oggi sono il 12% della popolazione in Europa e addirittura 6.5 milioni di abitanti solo in Italia. A loro và rivolto il nostro pensiero perché sono forse quelli che hanno pagato il prezzo più alto da tutti i punti di vista. È importante che i medici di base oggi diventino ambasciatori anche di un processo di digitalizzazione che permette di godere del diritto alla salute“, sostiene Urania Papatheu, senatrice e presidente Intergruppo parlamentare Inclusione Digitale.

Per quanto riguarda i lavori della commissione: “Vogliamo creare le condizioni, attraverso delle previsioni legislative fatte ascoltando soprattutto i player come i medici in questo caso, per consentire di avere infrastrutture digitali. La crisi sanitaria ha portato all’utilizzo delle tecnologie informatiche dei medici di base dal 10% al 30%, quindi la strada è lunga però è un inizio. Il Pnrr costituisce una grande opportunità“, conclude la senatrice.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 18 Aprile – 2024

Numero unico di emergenza 112: successo per la campagna informativa della Seus rivolta agli studenti

martedì 16 Aprile – 2024

Def, Gimbe: “Nel 2024 aumento illusorio della spesa sanitaria”

domenica 14 Aprile – 2024

Certificati medici nella tutela degli infortuni sul lavoro: intesa tra Omceo Catania, UniCt e Inail

venerdì 5 Aprile – 2024

Risk management, Mannone: “Fondamentale per la qualità dell’assistenza sanitaria” CLICCA PER IL VIDEO