Oggi è martedì 23 Luglio - 2024

Asma e multidisciplinarietà: a Palermo un convegno “spaziale” con ex astronauta Maurizio Cheli

mercoledì 1 Febbraio - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: Articoli, Salute

Circa 300 pazienti in carico, un team multidisciplinare, e le più innovative tecniche strumentali. Al Policlinico di Palermo il centro di riferimento regionale per asma grave istituito presso l’unità operativa di pneumologia diretta dal professore Nicola Scichilone, accoglie i pazienti che arrivano da tutta la Sicilia Occidentale per una valutazione di secondo livello specialistica e la presa in carico.

Il centro, che prescrive le terapie specifiche con anticorpi monoclonali (farmaci biologici) ottimizzando il trattamento, offre una valutazione biologica e funzionale respiratoria completa, oltre a quella clinica.

La struttura guidata da Scichilone, professore ordinario di malattie respiratorie e membro del board internazionale GINA (Global Initiative for Asthma), è una realtà multidisciplinare dove collaborano insieme più unità operative, tra cui la radiologia, l’otorinolaringoiatria e la reumatologia, per offrire al paziente un percorso di assistenza completo.

Nell’immaginario comune – spiega lo pneumologo – l’asma bronchiale rappresenta una patologia di facile gestione e, non di rado, di “autogestione”. Tuttavia, la malattia può complicarsi o evolvere verso forme più gravi e difficili da controllare. Queste forme, sebbene numericamente meno frequenti, pongono il paziente a rischio di ricovero e anche di morte, compromettendone comunque la salute e la vita sociale, e rappresentano quindi una vera e propria sfida per lo specialista”. 

I progressi in campo terapeutico, con lo sviluppo di nuove molecole e combinazioni di farmaci per via inalatoria e l’introduzione di anticorpi monoclonali, hanno permesso di gestire la malattia con rinnovata sicurezza, così come il miglioramento dei percorsi diagnostici e l’attuazione di un approccio multidisciplinare hanno migliorato la gestione complessiva della malattia.

“Restano tuttavia da esplorare – continua Scichilone – i bisogni sanitari insoddisfatti e le aree diagnostiche e terapeutiche”. 

Su questo tema, il prossimo 3 e 4 febbraio, si confronteranno a Palermo i maggiori esperti internazionali nell’ambito di un convegno internazionale organizzato da Scichilone con il coordinamento scientifico della dottoressa Alida Benfante.

L’auspicio è che questa occasione di approfondimento scientifico – conclude il professore – porti a proposte condivise di procedure diagnostiche e terapeutiche. L’obiettivo è quello di fornire strumenti e conoscenze ai professionisti coinvolti nella cura dei pazienti affetti da forme gravi di asma”.

Il convegno vedrà anche la partecipazione di Maurizio Cheli, ex astronauta della NASA, che illustrerà l’importanza del lavoro in team per ottimizzare le performance organizzative. “Nello spazio il benessere è frutto di conoscenza, esperienza, preparazione e addestramento”, afferma Cheli. Caratteristiche fondamentali anche in sanità.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

lunedì 22 Luglio – 2024

Medico aggredito in provincia di Enna, l’Omceo si costituisce parte civile

sabato 20 Luglio – 2024

Gestione dello stress in corsia, Di Marco: “Fare briefing e confessare gli errori” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 17 Luglio – 2024

Lea 2022, Sicilia bocciata per cure e assistenza sanitaria CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 10 Luglio – 2024

Assistenza territoriale, Croce: “Telemedicina fondamentale tanto quanto la presenza fisica del medico” CLICCA PER IL VIDEO