Oggi è mercoledì 22 Maggio - 2024

Psichiatra uccisa, sit-in a Siracusa. Madeddu: “Chiediamo diritti civili” CLICCA PER IL VIDEO

martedì 2 Maggio - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siracusa, Video

Anche l‘Ordine dei medici di Siracusa si prepara a ricordare con un raduno e un minuto di silenzio Barbara Capovani, la psichiatra uccisa a Pisa da un paziente nei giorni scorsi mentre era in servizio.

“Noi non chiediamo diritti sindacali, ma diritti civili“, dice il presidente dell’Ordine Anselmo Madeddu.

“Gli atti di violenza vanno analizzati, perché non c’è una sola causa, ma un insieme di fattori che la scaturiscano. Bisogna riadeguare gli organici e creare condizioni di serenità nei posti di lavoro e intervenire e riprogrammare la formazione specialistica – conclude -. La violenza in sanità è un problema sistemico non si può minimizzare su maleducazione e delinquenza“.

Il programma

L’appuntamento è nella sede dell’Ordine in corso Gelone al civico 103, alle ore 19.00. Qui, nel salone conferenze, preludio alla fiaccolata saranno alcuni brani eseguiti al violino dalla maestra Patrizia Carta, in onore di Barbara e delle altre vittime delle aggressioni in corsia.

Alle 19.30 si darà il via alla processione, che muoverà verso l’Ospedale “Umberto I”, per via Testaferrata, fino a giungere al Santuario della Madonna delle Lacrime. Qui, ad accogliere i partecipanti, condividendo una preghiera, ci sarà Don Aurelio Russo, Rettore della Basilica mariana. Prevista la partecipazione dell’arcivescovo di Siracusa, Francesco Lomanto.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 15 Maggio – 2024

Crediti bonus per chi si forma sui vaccini: la delibera della Commissione Ecm

martedì 7 Maggio – 2024

Asp Ragusa assume: al via concorso per la selezione di 85 dirigenti medici a tempo indeterminato

martedì 30 Aprile – 2024

Pmrr Missione Salute, Gimbe: “Rispettate scadenze Ue del 1° trimestre 2024, ma Sicilia fanalino di coda”

mercoledì 24 Aprile – 2024

Colpa medica e depenalizzazione, qualcosa si muove. Amato: “Maggiore prudenza nel denunciare” CLICCA PER IL VIDEO