Oggi è martedì 20 Febbraio - 2024

Sclerosi Multipla, Cottone: “In Sicilia servizi frammentari. Serve multidisciplinarietà” CLICCA PER IL VIDEO

sabato 21 Gennaio - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Palermo, Salute, Video

La Sclerosi multipla colpisce circa 133mila persone in Italia. La patologia infiammatoria del sistema nervoso centrale, inoltre, non colpisce solo la fascia di età dai 20 ai 40 anni ma, ultimamente, anche gli adolescenti.

Negli ultimi decenni, purtroppo, sono state poche le aree cliniche in cui si è registrato grande impegno dei ricercatori he punti allo sviluppo di terapie innovative e all’implementazione di strategie terapeutiche sempre più efficaci.

Proprio per questo, all’Ordine dei Medici di Palermo, si è tenuto un convegno sulla “Gestione multidisciplinare della Sclerosi multipla in Sicilia”.

“La sclerosi multipla è il modello paradigmatico di malattia complessa degenerativa e, come altre malattie neurologiche croniche, cè la necessità di una presa in carico globale del paziente, al fine di soddisfare tutti i bisogni espresse nascosti correlati alla malattia”. 

A dichiararlo è Salvatore Cottone, direttore UOC Neurologia Stroke Unit ARNAS Ospedale Civico Cristina Benfratelli Palermo, il quale evidenzia che: “Bisogna definire delle linee di indirizzo per la migliore gestione della patologia in Sicilia. L’erogazione dei servizi è molto frammentaria nell’Isola. Inoltre, non si è ancora realizzata l’applicazione di questo modello multidisciplinare a tutti gli aspetti della malattia”.

Speriamo, con questo convegno, di indirizzare gli organi istituzionali a prendere delle decisioni che possano finalmente soddisfare i bisogni dei pazienti”, conclude.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”

mercoledì 31 Gennaio – 2024

Carenza medici, neanche gli stranieri vogliono lavorare nella sanità in Sicilia