Oggi è mercoledì 22 Maggio - 2024

Premiati i medici durante il Memorial Nuccia Grosso: un premio rivolto a chi cerca ogni giorno di salvare vite

giovedì 9 Giugno - 2022 | di Omceo Caltanissetta | Categorie: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Caltanissetta

“Per ogni battito risvegliato, per ogni sorriso donato, per ogni minuto della vostra vita sacrificato nel salvare quella degli altri”, queste le parole incise nel premio dedicato a tutti i medici e al loro lavoro svolto per la cura del prossimo. Un premio consegnato dal Sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino al Presidente dell’OMCeO nisseno Giovanni D’Ippolito, durante la serata finale del Memorial Nuccia Grosso, da parte dell’organizzazione dell’evento guidata proprio dal figlio della giornalista scomparsa nel 2009 Tony Maganuco e dal Lions club Caltanissetta.

“Noi non siamo degli eroi, facciamo semplicemente il nostro lavoro – sottolinea al termine della serata il Presidente D’Ippolito – sin dal momento del giuramento, il nostro obiettivo è quello di fare del nostro meglio per curare i pazienti. Gli ultimi anni sono stati particolarmente difficili anche e soprattutto per la nostra professione, ma il nostro dovere era quello di dare risposte a chi stava soffrendo, non tirarsi indietro nonostante la stanchezza e le difficoltà e trovare soluzioni. Ringrazio tutta l’organizzazione e i Lions – conclude – che hanno pensato alla nostra categoria con questo premio, premio che vogliamo condividere con tutti gli operatori sanitari. Anche loro infatti lavorano quotidianamente per il bene degli altri”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 15 Maggio – 2024

Crediti bonus per chi si forma sui vaccini: la delibera della Commissione Ecm

martedì 7 Maggio – 2024

Asp Ragusa assume: al via concorso per la selezione di 85 dirigenti medici a tempo indeterminato

martedì 30 Aprile – 2024

Pmrr Missione Salute, Gimbe: “Rispettate scadenze Ue del 1° trimestre 2024, ma Sicilia fanalino di coda”

mercoledì 24 Aprile – 2024

Colpa medica e depenalizzazione, qualcosa si muove. Amato: “Maggiore prudenza nel denunciare” CLICCA PER IL VIDEO