Oggi è giovedì 22 Febbraio - 2024

Progetto Trinacria: manovre e presidi per l’immobilizzazione e trasporto del paziente politraumatizzato

Dopo la parte teorica, i docenti hanno effettuato anche delle simulazioni coinvolgendo gli stessi corsisti, durante la terza lezione del “Progetto Trinacria: l’ottimizzazione dell’assistenza sanitaria in emergenza/urgenza”.
Venerdì 27 gennaio 2023 i medici anestesisti presso l’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta Rita Maria D’Ippolito e il Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione Giancarlo Foresta, con la collaborazione dell’infermiere Angelo Di Stefano, hanno illustrato ai presenti le tecniche di immobilizzazione e trasporto del paziente politraumatizzato, facendo riferimento a “quali sono le manovre principali che si fanno durante la primissima assistenza nei confronti del politraumatizzato – spiega Foresta- e quali sono i presidi che vengono utilizzati per il trasporto extraospedaliero fino all’ospedale, dove appunto poi sarà trattato in maniera più approfondita. Le nozioni di base che vengono date sono chiaramente dei cenni delle manovre di BTLS, PHTLS, PTC e ATLS – prosegue -questi sono semplicemente dei cenni perché naturalmente fanno parte di corsi specifici sicuramente molto più prolungati, mentre le nozioni prevalenti sono invece su quali sono i presidi che noi abbiamo a disposizione sui mezzi di soccorso, che sia l’ambulanza o sia l’eliambulanza e come si fa a trasportare il paziente in sicurezza, quali sono le modalità per esempio di collocazione di una tavola spinale, di un materasso a depressione e quali sono i pro e i contro dell’utilizzo di un sistema o di un altro”. 
Il prossimo appuntamento adesso per i corsisti sarà a febbraio con il medico Giuseppe Giannone per discutere di emergenza ostetrica/ginecologica. Il progetto, finanziato con fondi del PSN (Piano Sanitario Nazionale) destinati alla Regione Siciliana, proseguirà fino a maggio.
“Sono solo simulazioni ma possono dare un contributo sostanziale al medico che, seguendo queste lezioni, aggiunge consapevolezze al bagaglio di competenze e conoscenze che già possiede- sottolinea il Presidente dell’OMCeO della provincia di Caltanissetta Giovanni D’Ippolito- È molto importante per il territorio che i medici si tengano continuamente aggiornati e siano ancora più pronti ad affrontare eventuali emergenze”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”