Oggi è domenica 14 Luglio - 2024

Premio letterario FNOMCeO, Madeddu: “Far emergere l’umanità anche tramite la scrittura ci rende migliori”

mercoledì 21 Febbraio - 2024 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: News ed eventi, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Siracusa

“Riuscire a far emergere la propria umanità, anche attraverso lo strumento della scrittura, serve a renderci migliori”.  E’ con queste parole che Anselmo Madeddu, presidente dell’Ordine dei Medici di Siracusa, commenta l’importanza di premio letterario “Il sollievo dalla sofferenza” bandito dalla FNOMCeO, di cui ha preso parte come giudice per l’edizione 2024, e come promotore di un fortunato premio letterario per gli iscritti medici della Sicilia.

Insieme a Madeddu, a comporre la giuria: Gabriella Genisi, scrittrice, ideatrice del personaggio di Lolita Lobosco; Paola Stefanucci, giornalista de Il Giornale della Previdenza dei medici e degli odontoiatri; Luca De Fiore, direttore de Il Pensiero Scientifico Editore; Michela Molinari, responsabile dell’Ufficio Stampa FNOMCeO.

“La scrittura è uno dei più potenti mezzi di rielaborazione dell’esperienza che esista al mondo – prosegue il presidente -. Un foglio bianco, una penna e la propria memoria sono tra i più formidabili strumenti transazionali dell’essere umano. Ma la narrazione è soprattutto uno spazio ossimoricamente intimo e relazione. E’ intimo perché attiene al proprio vissuto, alla propria umanità. Ed è relazionale perché, per la sua stessa natura, presuppone l’esistenza di un lettore che interagisca con lo scrittore. Ecco perché la narrazione possiede una straordinaria forza terapeutica, come i racconti premiati in questo evento”.

Un’idea fallita bene” e i vincitori

Un giovane specializzando, nel 2016, ebbe l’idea di installare nel reparto ospedaliero in cui lavorava una piccola biblioteca a disposizione dei pazienti. Trasportò in ospedale gli 88 volumi della sua libreria che, mano a mano, iniziano a sparire, ma poi la biblioteca comincia ad “autoalimentarsi” con  libri donati dagli stessi pazienti. Tanto che, un anno e parecchi pazienti dopo, i libri sono diventati 89, dei quali solo 26 degli originari.

È questa in estrema sintesi, la trama di “Un’idea fallita bene”, del medico Massimo Mattioli, il racconto premiato come vincitore della sezione Narrativa nell’ambito del Premio letterario “Il sollievo dalla sofferenza”, bandito dalla FNOMCeO, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e degli Odontoiatri.

Questa la motivazione, letta dalla Presidente della Giuria, Gabriella Genisi: “Per aver messo i libri al centro del racconto e per aver trasformato la percezione del fallimento in un’idea vincente”.

È stata invece premiata “per aver raccontato in rima baciata e con grande ironia le ansie e i mille ruoli di una donna medico” “La medichessa, della dottoressa Maria Cristina Latella, opera vincitrice della sezione poesia. Premio speciale della Giuria “per l’alto valore letterario e la potenza della scrittura” per “MS Contin”, del dottor Sandro Salerno, sulle cure palliative e terapia del dolore.

Sul palco allestito presso le Corsie sistine di Santo spirito in Sassia A Roma, in occasione della Giornata del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato, i dieci medici e odontoiatri finalisti, cinque per sessione: oltre ai premiati, anche Gabriele Bronzetti, Antonio Gallerani, Gemma Zontini per la narrativa/saggistica, Chiara Debenetti, Stefania Iaquin ta, Marta Mion, Eleena Letizia Sofia Massa per la poesia.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 10 Luglio – 2024

Assistenza territoriale, Croce: “Telemedicina fondamentale tanto quanto la presenza fisica del medico” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 10 Luglio – 2024

Patologie della tiroide, Casile: “L’ecografia deve eseguirla l’endocrinologo” CLICCA PER IL VIDEO

lunedì 8 Luglio – 2024

Pronto soccorso nelle cliniche private mentre il pubblico collassa tra medici tappabuchi e ricoveri fantasma CLICCA PER IL VIDEO

domenica 30 Giugno – 2024

Salute riproduttiva: Palermo sarà protagonista a livello nazionale, accordo col Ministero