Oggi è lunedì 26 Febbraio - 2024

Paxlovid per il Covid, Ema: “Reazioni gravi se assunto con alcuni immunosoppressori”

lunedì 12 Febbraio - 2024 | di Anna Boccia | Categorie: News ed eventi

Rischio di reazioni avverse gravi e potenzialmente fatali con Paxlovid (nirmatrelvir, ritonavir). A lanciare l’allarme è il  Comitato di sicurezza dell’Ema (Prac) specificando che le reazioni avvengono in particolare se il farmaco è combinato con alcuni immunosoppressori che hanno un intervallo di dosaggio sicuro ristretto poiché le interazioni farmacologiche riducono la capacità dell’organismo di eliminare questi medicinali.

Il farmaco

Il Paxlovid è un medicinale utilizzato per il trattamento del Covid-19 negli adulti che non necessitano di ossigenoterapia supplementare e che presentano un elevato rischio di sviluppare una forma severa dell’infezione.

Gli immunosoppressori

Gli immunosoppressori interessati sono chiamati inibitori della calcineurina (tacrolimus, ciclosporina) e inibitori di mTOR (everolimus, sirolimus), che riducono l’attività del sistema immunitario. Sono usati per trattare alcune malattie autoimmuni o per prevenire il rigetto degli organi trapiantati da parte dell’organismo.

Paxlovid deve essere somministrato con tacrolimus, ciclosporina, everolimus o sirolimus solo se è possibile un monitoraggio attento e regolare dei loro livelli ematici, per ridurre il rischio di interazioni farmacologiche che possono causare reazioni gravi.

L’Ema evidenzia che “gli operatori sanitari devono consultarsi con un gruppo multidisciplinare di specialisti per gestire la complessità della co-somministrazione di questi medicinali”.

Inoltre, il Paxlovid non deve essere somministrato in combinazione con medicinali la cui eliminazione dall’organismo dipende in larga misura da una serie di enzimi epatici (proteine), noti come CYP3A, e che hanno anche un intervallo ristretto in cui il dosaggio è sicuro. Ciò include l’immunosoppressore chiamato voclosporina. Prima di iniziare il trattamento con Paxlovid, gli operatori sanitari devono valutare attentamente i potenziali benefici del trattamento con Paxlovid rispetto ai rischi di reazioni avverse gravi in caso di somministrazione insieme a immunosoppressori.

CLICCA QUI PER LA NOTA INFORMATIVA COMPLETA

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”