Oggi è sabato 22 Giugno - 2024

Kissing Day: ecco perché baciare aiuta a vivere meglio

giovedì 13 Aprile - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: News ed eventi

“Il bacio è immortale. Viaggia da un labbro all’altro, da secolo a secolo, di età in età“, Guy de Maupassant.

Si celebra oggi, 13 aprile, l’International Kissing Day, il giorno internazionale del bacio.

Baciarsi è il modo più dolce e naturale per esprimere il proprio amore e rinforzare una relazione, ma che effetti ha sulla salute?

Il bacio riduce l’ansia e lo stress, abbassa la pressione sanguigna, migliora il sonno, il sistema immunitario e tanto altro. Questo perché stimola neurotrasmettitori e la produzione di ormoni.

In particolare:

  • l’ossitocina, l’ormone dell’amore, influenza la disponibilità all’innamoramento e rafforza il legame con il partner;
  • le endorfine sono responsabili della sensazione di felicità e di benessere;
  • la dopamina è un neurotrasmettitore che produce un senso di esaltazione, stimola il centro del piacere nel cervello e spinge a ripetere l’azione che procura piacere. Inoltre, alza la soglia di attivazione dei recettori del dolore dando un effetto analgesico.

Allo stesso tempo, entrano in circolo serotonina e adrenalina, che contribuiscono alla sensazione di eccitamento, serenità, euforia o appagamento. Inoltre, l’adrenalina aumenta la frequenza cardiaca permettendo una maggiore ossigenazione del cervello.

Il bacio non si ferma qui, perché fa diminuire il cortisolo, ossia l’ormone dello stress, diventando un vero e proprio antidepressivo naturale.

Ma col bacio non si trasmettono batteri, virus e funghi?

"Gli amanti", MagritteSì! Nel corso di un bacio di 10 secondi è possibile scambiare con il partner da 10 milioni a 1 miliardo di germi, ma per la maggior parte “buoni”.

Ma gli studiosi affermano che chi si bacia regolarmente ha meno probabilità di ammalarsi. Questo perché il sistema immunitario è in allerta e protegge l’organismo aumentando la produzione di nuovi anticorpi.

In più baciare fa dimagrire

Sì perché richiede il coordinamento di 146 muscoli e, se appassionato, contribuisce a far bruciare dalle 8 alle 16 calorie. Ma è anche un’ottima ginnastica facciale che rende la pelle più tonica e contrasta la formazione delle rughe.

Questa giornata è stata istituita per ricordare il bacio più lungo della storia, quello tra una coppia thailandese che si è baciata per 46 ore 24 minuti e 9 secondi e poi ha ribattuto il record con un altro bacio durato ben 58 ore, 35 minuti e 58 secondi, quindi pensate quanti chili avranno perso.

Ma sapevate che esiste la scienza del bacio?

La filematologia è la scienza che studia le funzioni e tutti gli aspetti del bacio. Tra i filimatologi più celebri vi fu Charles Darwin che considerava il bacio: “L’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali“. Darwin, infatti, definisce il bacio come il risultato del desiderio innato di essere riconosciuti e di stabilire relazioni. Un modo per “ricevere piacere dal contatto con una persona amata”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

venerdì 21 Giugno – 2024

Asp Enna: al via il reclutamento di medici in quiescenza

venerdì 21 Giugno – 2024

Sicurezza sul lavoro e prevenzione dei rischi, A Catania si alza il livello di attenzione

giovedì 20 Giugno – 2024

Carriera Medica nel Ssn, Amato: “Dobbiamo lavorare per conservare la vocazione” CLICCA PER IL VIDEO

giovedì 20 Giugno – 2024

Sanità e autonomia differenziata, Cgil: “Subito assunzioni e rafforzare la medicina territoriale” CLICCA PER IL VIDEO