Oggi è mercoledì 22 Maggio - 2024

Catania, il ministro Schillaci al Centro PET/CT del Cannizzaro

giovedì 18 Maggio - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: News ed eventi

Il ministro della Salute Orazio Schillaci è stato a Catania per il Centro PET/CT – Ciclotrone e il Laboratorio di Radiofarmacia dell’Azienda Ospedaliera Cannizzaro.

Con lui il direttore della struttura complessa, dott. Massimo Ippolito, accompagnato e l’on. Gaetano Galvagno, presidente dell’ARS, dal dott. Salvatore Giuffrida, commissario straordinario, dalla dott.ssa Diana Cinà, direttore sanitario, del dott. Giuseppe Modica, direttore amministrativo, alla presenza di diversi primari e responsabili di struttura.

Il ministro, che è stato anche presidente della Associazione Italiana di Medicina Nucleare (AIMN), ha mostrato vivo interesse e compiacimento nell’evidenziare l’attività svolta dall’Unità Operativa diretta dal dott. Ippolito, attuale vicepresidente dell’AIMN.

Le dichiarazioni

«Il Centro PET – Medicina Nucleare dell’Azienda Cannizzaro – ha spiegato il dott. Giuffrida – riveste un ruolo strategico. E’ l’unico centro pubblico in Sicilia dotato di ciclotrone e annesso laboratorio di radiofarmacia e, in un’ottica di collaborazione e sviluppo tra enti del Servizio Sanitario, distribuisce il radiofarmaco FDG utile per il funzionamento delle PET/CT dislocate sul territorio regionale. Il Centro, con all’attivo oltre 7.000 prestazioni l’anno, sarà ulteriormente potenziato grazie ai fondi PNRR già attivati».

«È stato motivo di orgoglio potere mostrare al ministro le attività altamente specialistiche del nostro Centro – sottolinea il dott. Ippolito – che produce a uso clinico sei radiofarmaci diversi. In particolare: FDG, Colina, specifica per il tumore della prostata, Metionina specifica per i tumori dell’encefalo, Dotatoc per i tumori neuroendocrini, gallio-PSMA e F-PSMA, ultimi in linea di arrivo, specifici per i tumori della prostata con bassi livelli di PSA. A questo si affianca il neonato laboratorio di ricerca destinato alla produzione di radiofarmaci di ricerca ad uso preclinico, unico nel Sud Italia. Con quest’ultimo è stata costituita, insieme all’Università di Catania, ai Laboratori Nazionali del Sud e all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’unica filiera nazionale che va dalla preclinica alla clinica. Lo scopo è quello di produrre nuovi radiofarmaci che, valutati in vivo, possano successivamente beneficiare della terapia adronica».

Schillaci si è complimentato per le attività svolte dal Centro PET – Medicina Nucleare, augurando buon lavoro alla Direzione Strategica e al personale dell’Unità Operativa.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 15 Maggio – 2024

Crediti bonus per chi si forma sui vaccini: la delibera della Commissione Ecm

martedì 7 Maggio – 2024

Asp Ragusa assume: al via concorso per la selezione di 85 dirigenti medici a tempo indeterminato

martedì 30 Aprile – 2024

Pmrr Missione Salute, Gimbe: “Rispettate scadenze Ue del 1° trimestre 2024, ma Sicilia fanalino di coda”

mercoledì 24 Aprile – 2024

Colpa medica e depenalizzazione, qualcosa si muove. Amato: “Maggiore prudenza nel denunciare” CLICCA PER IL VIDEO