Oggi è lunedì 26 Febbraio - 2024

“Cannabis light è una sostanza stupefacente”: acquistabile solo in farmacia

venerdì 25 Agosto - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: News ed eventi

A partire dal 22 settembre 2023 non si potranno più acquistare “prodotti da ingerire” a base di cannabidiolo. Rimarrà possibile invece l’acquisto di cannabis light da fumare, cioè i fiori di canapa che contengono il cbd e non il thc.

A stabilirlo è il nuovo decreto firmato dal ministro della Salute Orazio Schillaci.

Presto, però, la sostanza potrebbe anche essere vietata integralmente. Con il decreto il cbd diventerà equiparabile ad una sostanza stupefacente.

L’acquisto potrà avvenire solo in farmacia poiché efficace contro alcuni problemi di salute e, pertanto, deve essere trattato come un farmaco, con specifici controlli.

La posizione del ministero però scatena l’ira di commercianti, politici e consumatori.

Va in antitesi con le decisioni assunte dalle analoghe autorità tedesche, inglesi e francesi, che hanno escluso l’assoggettabilità di medicinali anche ad alta concentrazione di cbd, tra gli stupefacenti, ed è in contrasto con la normativa comunitaria in materia di organizzazione del mercato comune e di antitrust”, commenta Federcanapa.

La decisione del ministero, secondo loro  è: “tanto più illogica in quanto non potrà impedire la libera circolazione in Italia di alimenti e cosmetici al cbd prodotti legalmente in altri Paesi europei ed è destinata a danneggiare unicamente i produttori nazionali”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”