Oggi è domenica 14 Luglio - 2024

Aggressioni agli operatori del 118, Castro: “Bodycam per videoregistrare tutto”

martedì 25 Giugno - 2024 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Lavoro, News ed eventi

Vogliamo dotare ogni equipaggio del 118 siciliano di una bodycam per scoraggiare le aggressioni agli operatori”.

Lo annuncia il presidente della Seus Riccardo Castro, sottolineando che: “I nostri uffici competenti hanno già avviato un’indagine di mercato per poi procedere all’acquisto dopo avere valutato i preventivi. Si tratta di una misura che servirà da deterrente di un fenomeno vergognoso e purtroppo ricorrente, come testimoniano i recenti episodi di cronaca. I video realizzati durante i soccorsi saranno utilizzati e trattati nel rispetto di quanto prevede la normativa sulla privacy e nei casi in cui sia necessario documentare le aggressioni”.

Su input dell’assessorato regionale alla Salute abbiamo anche sollecitato Asp, ospedali e Policlinici- limitatamente alle proprie competenze- ad inserire i nostri soccorritori negli interventi previsti dalle linee guida emanate dal Dasoe guidato da Salvatore Requirez per la prevenzione degli atti di violenza e delle aggressioni verbali e/o fisiche agli operatori”, prosegue.

I vantaggi

Le bodycam, nel contesto sanitario difficile di quest’epoca, offrono un nuovo approccio per garantire la sicurezza sul luogo di lavoro e, nel caso del 118, sul territorio.

A primo impatto, difatti, la presenza di una bodycam può aiutare a dissuadere comportamenti inopportuni e in caso di un evento violento migliorano la segnalazione/comunicazione con l’unità operativa e forniscono prove essenziali. Inoltre possono dare un senso di sicurezza e fiducia ai lavoratori sanitari, aiutando a migliorare il loro benessere generale, anche in considerazione delle possibilità di ridurre il rischio di controversie legali.

A questi vantaggi si aggiunge anche un importante contributo formativo. Le riprese di incidenti passati e best practice, difatti, forniscono una preziosa risorsa di apprendimento.

La tutela Seus

“La Seus si costituirà parte civile negli eventuali processi contro gli autori delle aggressioni e ha già avviato campagne di sensibilizzazione – conclude Castro -. Siamo concretamente al fianco dei nostri “angeli del soccorso”, i quali ci rendono orgogliosi per la grande professionalità e l’abnegazione che mettono in campo salvando centinaia di vite”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 10 Luglio – 2024

Assistenza territoriale, Croce: “Telemedicina fondamentale tanto quanto la presenza fisica del medico” CLICCA PER IL VIDEO

mercoledì 10 Luglio – 2024

Patologie della tiroide, Casile: “L’ecografia deve eseguirla l’endocrinologo” CLICCA PER IL VIDEO

lunedì 8 Luglio – 2024

Pronto soccorso nelle cliniche private mentre il pubblico collassa tra medici tappabuchi e ricoveri fantasma CLICCA PER IL VIDEO

domenica 30 Giugno – 2024

Salute riproduttiva: Palermo sarà protagonista a livello nazionale, accordo col Ministero