Oggi è giovedì 22 Febbraio - 2024

Tossina botulinica per terapie riabilitative? Arriva l’ambulatorio all’ospedale di Augusta

giovedì 23 Febbraio - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Innovazione

All’Ospedale “Muscatello” di Augusta attivato un ambulatorio di tossina botulinica per il trattamento delle spasticità in ambito riabilitativo. Sarà diretto da Salvatore Boccaccio, all’interno del reparto di recupero e riabilitazione funzionale.

La tossina botulinica, prodotta dal batterio ‘Clostridium’, agisce inibendo il mediatore chimico responsabile della contrazione muscolare – spiega Salvatore Boccaccio -. In ambito riabilitativo viene utilizzata per trattare la spasticità. E’ caratterizza per la presenza di atteggiamenti forzati e involontari di determinati distretti muscolari. Conseguenti spesso ad eventi ischemici cerebrali, o a patologie quali sclerosi multipla e Parkinson”.

“Recentemente – aggiunge Boccaccio – è stata utilizzata anche per la cefalea cronica. Il trattamento consiste nell’identificare il muscolo target interessato dalla patologia. Questo avverrà grazie all’ausilio di un elettromiografo o di tecniche ecografiche e nell’iniezione della tossina tramite speciali aghi. L’applicazione viene eseguita in modalità eco-guidata, su casi selezionati, previa attenta valutazione. La procedura è molto ben tollerata e senza effetti collaterali, ad eccezione, a volte, di una temporanea debolezza del muscolo infiltrato”.

Alla prestazione si accede con prescrizione del medico di medicina generale e prenotazione al Cup. L’ambulatorio collabora con il reparto di neurologia dell’ospedale “Muscatello” e con gli ambulatori specialistici aziendali.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”