Oggi è venerdì 14 Giugno - 2024

Emergenza, al Policlinico Palermo un centro di simulazione per la formazione

sabato 8 Aprile - 2023 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Formazione, Innovazione, News ed eventi

E’ ufficiale! Al Policlinico di Palermo si farà il centro di simulazione.

Sarà dedicato alla ricerca e alla formazione sanitaria in area critica e in emergenza e sarà accreditato dalla SIAARTI, la Società italiana di anestesia e rianimazione.

Occuperà il secondo piano del padiglione che ospitava la vecchia unità operativa di Anestesia e rianimazione.

Nei giorni scorsi si è chiusa la gara per l’aggiudicazione dei lavori il cui costo complessivo previsto è di 410.833,33 €, importo finanziato nell’ambito del PSN 2016 azione “Sepsi nella rete emergenza e urgenza”.

La struttura del centro

La suddivisione degli spazi è stata realizzata in modo da avere ambienti idonei sotto l’aspetto tecnologico e funzionale per l’apprendimento professionale e alla contemporaneità didattica di diverse attività e gruppi.

Al suo interno vi sono:

  • 1 laboratorio di simulazione, con focalizzazione su scenari di simulazione di pazienti settici e infettivologici attrezzata di un simulatore “SimMan” e simulatore “SimMom”;
  • 1 sala debriefing, ad uso degli istruttori e docenti per la definizione dei piani formativi strategici;
  • 1 sala regia o cabina di controllo su tutti gli ambienti della struttura;
  • 1 area sviluppo delle competenze tecniche e delle skills, multi-postazione e multi-proficiency;
  • 1 sala plenaria per conferenze o formazione frontale, eventualmente divisibile in due, tramite parete mobile;
  • 1 sala segreteria, con funzioni di reception e di gestione tecnico-amministrativa della struttura;
  • 1 area sviluppo e ricerca rivolto alle pandemie;
  • 1 sala destinata ai docenti e agli assistenti di formazione.

La formazione

Medici e specializzandi potranno aggiornarsi su quattro aspetti centrali dell’anestesia e rianimazione: medicina perioperatoria, terapia intensiva e area critica, emergenza-urgenza intra e extraospedaliera, terapia del dolore.

“L’attività che verrà svolta nella struttura sarà indirizzata a tutto il personale del comparto di Area critica e agli specializzandi di Anestesia e Rianimazione, quali delegati principali della missione nel contesto delle azioni di contrasto delle pandemie.  In una visione strategica multidipartimentale e di Ateneo la struttura si aprirà ad una serie di iniziative formative volte a perseguire azioni di miglioramento, che possano coerentemente risolversi in un miglioramento sugli ambiti ritenuti prioritari a livello centrale”. A spiegarlo il professore Antonello Giarratano, direttore del dipartimento di Emergenza Urgenza dell’Azienda ospedaliera universitaria e presidente nazionale della SIAARTI.

“L’attività del centro di simulazione, che aprirà entro la fine dell’anno, consentirà al personale – sottolinea Salvatore Iacolino, Commissario dell’Azienda ospedaliera universitaria – la possibilità di imparare anche da eventuali errori senza alcun rischio per il paziente. Ciò contribuirà alla riduzione degli eventi avversi e dunque migliorerà la qualità dell’assistenza e la sicurezza del paziente. Ove ricorrano le condizioni potremmo aprire il centro anche al territorio. Ci sarà quindi la possibilità di offrire a tutti gli interessati una formazione certificata”.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

lunedì 10 Giugno – 2024

Salvare la sanità pubblica italiana, Vitali: “No a medici stranieri e stop alle cooperative”

lunedì 10 Giugno – 2024

Farmacie dei servizi, i medici siciliani: “Soluzione non appropriata. Potenziare il personale sanitario”

mercoledì 29 Maggio – 2024

Asp trapani, avviso pubblico per infermieri

giovedì 23 Maggio – 2024

Sanità, diventa oggi il manager di domani con i corsi dell’Ordine dei medici di Palermo