Oggi è lunedì 26 Febbraio - 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”

giovedì 1 Febbraio - 2024 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Articoli, Lavoro
Il governo Schifani ha finalmente nominato i direttori generali delle 15 strutture sanitarie regionali e dei 3 policlinici universitari.
Si attende, ora, solo il completamento dell’iter con il parere della commissione Affari istituzionali dell’Ars. La tensione rimane ancora alta perché le carte potrebbero ancora cambiare.

I nomi dei direttori generali designati nelle nove aziende sanitarie provinciali:

  • Asp Palermo: Daniela Faraoni
  • Asp Catania: Giuseppe Laganga Senzio
  • Asp Messina: Giuseppe Cuccì
  • Asp Agrigento: Giuseppe Capodieci
  • Asp Caltanissetta: Salvatore Lucio Ficarra
  • Asp Enna: Mario Carmelo Zappia
  • Asp Ragusa: Giuseppe Drago
  • Asp Siracusa: Alessandro Caltagirone
  • Asp Trapani: Ferdinando Croce

I manager designati a Palermo, Catania e Messina per aziende ospedaliere, Arnas e Irccs e dei Policlinici:

  • Arnas “Civico Di Cristina” Palermo: Walter Messina
  • Azienda ospedaliera “Villa Sofia-Cervello” Palermo: Roberto Colletti
  • Arnas “Garibaldi” Catania: Giuseppe Giammanco
  • Azienda ospedaliera “Cannizzaro” Catania: Salvatore Emanuele Giuffrida
  • Azienda ospedaliera “Papardo” Messina: Catena Di Blasi
  • Irccs “Bonino Pulejo” Messina: Maurizio Letterio Lanza
  • Policlinico Palermo: Maria Grazia Furnari
  • Policlinico Catania: Gaetano Sirna
  • Policlinico Messina: Giorgio Giulio Santonocito
I designati guideranno già da oggi le stesse aziende in qualità di commissari straordinari. Unica eccezione riguarda Gaetano Sirna confermato direttore generale del Policlinico di Catania fino a ottobre 2025. Per quanto riguarda, invece, gli ospedali universitari di Palermo e Messina, i vertici sono stati individuati all’interno di una terna di nomi proposta dai rispettivi rettori.

Le dichiarazioni

“I neo manager dovranno gestire la delicata fase che il sistema sanitario regionale si accinge a vivere, in attuazione delle linee che il governo intende imprimere per rendere il settore più moderno, efficiente, sostenibile economicamente e, soprattutto, sempre più attento ai cittadini“. A dichiararlo è stato il presidente della Regione, Renato Schifani.

Servirà programmazione. Con i nuovi commissari ci incontreremo per la revisione della rete ospedaliera, considerando, in particolare, le criticità dell’emergenza-urgenza e dei posti letto“, ha evidenziato Salvatore Iacolino, dirigente generale del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica dell’assessorato della Salute.

“I nuovi direttori generali dovranno rispondere alle necessità riorganizzativa che di debito di legge con la realizzazione di nuovi atti aziendali. Questo significa creare direttive che, piuttosto che guardare la posizione, guardino l’analisi dei bisogni“, ha concluso Salvatore Requirez, dirigente generale del Dasoe della Regione Siciliana.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

giovedì 22 Febbraio – 2024

Asp Catania: firma del contratto per 300 operatori

mercoledì 14 Febbraio – 2024

Odontoiatria, Sammarco: “Microscopi fondamentali per la professione. Serve formazione”

lunedì 12 Febbraio – 2024

Carenza di medici, Asp Trapani avvia iter per potenziare gli organici: ecco tutti i bandi

giovedì 1 Febbraio – 2024

Manager della sanità siciliana: “Dovranno rispondere alle necessità che al debito di legge”