Oggi è martedì 25 Giugno - 2024

Bimbi a teatro? Ecco la terapia culturale per “curare” difficoltà e fragilità

domenica 18 Giugno - 2023 | di Anna Boccia | Categorie: Articoli

 “Prescrivere cultura come ‘terapia’ per I nostri bambini, proprio come se fosse una medicina da prendere quando si ha la febbre o il mal di gola. In questo caso la cura è il teatro, un rimedio molto importante e utile proprio in questo momento in cui tra i giovani, soprattutto dopo la pandemia, si avvertono fragilità, difficoltà e disorientamento”.

Così Valentina Grimaldi, pediatra di famiglia-psicoterapeuta e consigliera Omceo Roma, spiega il valore di ‘Sciroppo di Teatro‘, un’iniziativa promossa da Roma Capitale – in particolare l’assessorato al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la Città dei 15 minuti, in collaborazione con gli assessorati alle Politiche Culturali e alla Scuola, Formazione e Lavoro, con il sostegno dell’Ordine dei Medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Roma e delle principali associazioni scientifiche e professionali pediatriche.

L’iniziativa di welfare culturale si rivolge a bambini e bambine dai 3 agli 11 anni e alle loro famiglie e prevede la distribuzione di un libretto che comprende un vero e proprio ‘bugiardino’ (con le illustrazioni dei benefici del teatro sul piano cognitivo e sociale), e tre ‘ricette’ valide per due biglietti in forma di voucher (che consentiranno a un bambino e un accompagnatore di assistere a 3 spettacoli al prezzo simbolico di 3 euro), tre pagine del libretto sono poi lasciate in bianco per consentire ai bambini di raccontare le loro emozioni e i loro pensieri.

“Si tratta di un’iniziativa di grandissimo valore– continua Grimaldi- perché consente di avvicinare le famiglie alla cultura teatrale, un patrimonio nazionale. E farlo insieme, bambino e adulto, vuole essere un modo per creare un momento di riflessione, di incontro e di condivisione. Il messaggio che vogliamo dare è proprio quello di creare, attraverso il teatro, un momento di integrazione familiare”.

“Educare i ragazzi fin da piccoli alla bellezza, al teatro, all’arte, è un grande insegnamento che li accompagnerà per tutta la vita- evidenzia la pediatra- è noto come questo tipo di esperienze fatte da bambini vengano introiettate e rimangano dentro l’individuo come un importante patrimonio per tutta la vita”.

L’Omceo Roma ha coinvolto nell’iniziativa la Società italiana di pediatria-Sip, la Federazione italiana medici pediatri-Fimp, la Società italiana medici pediatri-Simpe, la Società italiana pediatria preventiva e sociale-Sipps, la Federazione sindacale Cipe, Sispe, Sinspe, l’Associazione culturale pediatri-Acp.

“L’Omceo ha riunito tutte le principali associazioni scientifiche e professionali di pediatri e insieme portiamo avanti la promozione della cultura tra i più giovani. E’ questo un altro aspetto importante dell’iniziativa: il teatro ha accomunato non soltanto i bambini e le famiglie ma anche noi medici pediatri– evidenzia Grimaldi- Il motore è indirizzare I ragazzi verso un ampliamento dei propri orizzonti, facendoli andare oltre il mondo telematico, per integrare le loro esperienze con la conoscenza di una delle forme di espressione più belle e più importanti qual è il teatro”.

‘Sciroppo di Teatro’ è “una grande opportunità che vede insieme pediatri, famiglie, e istituzioni in un’ottica collaborativa che dovrebbe essere quella da perseguire sempre: di grande integrazione multiprofessionale e multidisciplinare a più livelli per il benessere del bambino” conclude Grimaldi.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

martedì 25 Giugno – 2024

Aggressioni agli operatori del 118, Castro: “Bodycam per videoregistrare tutto”

lunedì 24 Giugno – 2024

Abusivismo professionale e salute pubblica: gli odontoiatri di Palermo incontrano i Nas

venerdì 21 Giugno – 2024

Asp Enna: al via il reclutamento di medici in quiescenza

venerdì 21 Giugno – 2024

Sicurezza sul lavoro e prevenzione dei rischi, A Catania si alza il livello di attenzione